Nuovo DECENNIO Nuova DROGA

Eugene Grasset - La morfinomane -1897

Eugene Grasset - La morfinomane -1897

Visto che l’uso (o l’abuso) di droghe, anche se condannato e biasimato, è ampiamente diffuso in ogni età e fascia sociale, non sono certo queste righe che influenzeranno le vostre scelte in materia. (Se così fosse avete seri problemi.)

Drug Addicts in Chinatown Opium Den

Drug Addicts in Chinatown Opium Den

Le droghe sono presenti in tutti i periodi della storia e in tutte le aree geografiche.
Oppio, laudano, morfina, cocaina a seconda dell’epoca e del luogo, furono considerati vizi o grandi scoperte mediche e chi ne faceva uso miserabili da compatire, ricchi annoiati borghesi o caste politico/religiose. A metà 800 il Vin Mariani a base di vino e cocaina ebbe uno strepitoso successo.

Vin mariani - cocaina + vino

Vin mariani - cocaina + vino

I teatri di Londra, in quello stesso secolo, organizzavano serate con il gas esilarante in cui dei volontari potevano salire sul palco aspirare a volontà e intrattenere il pubblico con il loro barcollare. Solo molti anni più tardi questo gas venne utilizzato con scopi ben più utili e divenne un anestetico. (tratto da “Breve storia di quasi tutto” di Bill Bryson) La cocaina ebbe una diffusione incontrollata nei primi decenni del 900. Freud la usò e la prescrisse per lungo tempo ai suoi pazienti prima di rendersi conto degli effetti collaterali.
E l’MDMA nacque come innocua pillola dimagrante nel 1913.

Gli ultimi decenni della società occidentale possono essere definiti e catalogati in base alle droghe più in voga in quell’arco di tempo. Come le mode, come la musica. Fra vintage e revival.
Cultura/società e droga sono marito e moglie. A volte si odiano e divorziano, ma generalmente convivono in grande armonia…e ogni dieci anni si trasformano…

Anni 60 e la rivoluzione psichica.
Movimento: Beat generation / Hippies
Musica: Greatful dead
Film: Easy Rider – Dennis Hopper
Libri: On the road – Jack Kerouak
Droga: LSD
La guerra in Vietnam sequestra i giovani degli USA per mandarli al macero in una guerra non compresa.
Gli intellettuali, promuovono la necessità di disegnare un modo alternativo di vivere.
La rivolta antiborghese sospinge una generazione ai margini dell’opulenta società americana nella quale non si riconoscono e di cui rifiutano regole e benefici. I giovani fuggono per costruire comunità con nuovi valori e etiche più spirituali. La necessità di ampliare la propria conoscenza e provare esperienze nuove e personali (non preconfezionate dalla società ingenua e puritana dei loro genitori) portano alla riscoperta dell’Oriente, del misticismo, all’esplorazione di Sé. Sarà LSD la via più breve alla trascendenza.
“La maggior parte degli uomini e delle donne conduce una vita, nel peggior delle ipotesi così penosa, nella migliore così monotona, povera e limitata, che il desiderio di evadere, la smania di trascendere se stessi, sia pure per qualche momento, è uno dei principali bisogni dell’anima.” Aldous Huxley – Le porte della percezione

Velvet Underground - Heroin

Lou Reed - Heroin

Anni 70 la deriva delle utopie.
Movimento: Punk
Musica: Lou Reed – Berlin
Film: Trash –Andy Warhol
Libri: Cristina F. e noi ragazzi dello zoo di Berlino – Christiane Vera Felscherinow
Droga: eroina
Dal fallimento della grande illusione hippy nasce la generazione del disincantamento, dell’insuccesso, della cruda realtà. Gli anni del post-sessantotto hanno visto tramontare non solo i sogni dei figli dei fiori, ma anche gran parte delle speranze di cambiamento politico e sociale. Delusi, sfiduciati, i giovani, incapaci di ribellarsi o di fuggire come i loro predecessori, riempiono il vuoto esistenziale con la droga.
I luoghi, arricchiti da colorati poster, in cui si condividevano le proprie esperienze sono ora sostituiti da squallidi ambienti dove regnano il torpore, il silenzio, il degrado.
È solo l’eroina che parla.
“Qualche volta penso che la gente comincia a bucarsi soltanto perché, senza neanche rendersene conto, ha una gran voglia di un po’ di silenzio.” Irvine Welsh

Michael J Fox - Bright Lights, Big City

Bright Lights, Big City

Anni 80.
Movimento: Young Urban Professional (Yuppi)
Musica: Disco Music
Film: Le mille luci di New York – James Bridges
Libri: Meno di zero – Breat Easton Ellis
Droga: cocaina
La disco music e il desiderio di frivolezza. La voglia di non guardare più dentro al baratro. L’illusione che il successo sia alla portata di tutti. La ripresa economica dei paesi occidentali ha scatenato una nuova corsa al benessere e al danaro. I mezzi di comunicazione spingono le manie consumistiche all’eccesso. Dinamicità, iperlucidità, spregiudicatezza, coraggio, resistenza fisica, egocentrismo, autocontrollo, abitudine al rischio, cura dell’immagine pubblica,…sono presto sintetizzati nella cocaina.
“…la droga è un lavoro a tempo pieno Mark Renton in Trainspotting.

Trainspotting - Irvine Welsh

Trainspotting - Danny Boyle

Anni 90 le banlieue dell’anima.
Movimento: Gabber
Musica: Tecno (Atari Teenage Riot)
Film: Kids- Larry Clark
Libri: Trainspotting – Irving Welsh
Droga: extasy
“L’hardcore era veleno contro una società che ci faceva schifo, non doveva essere compresa era un modo per sfogarsi, un modo per isolarsi da questo mondo che marciva, e se noi nel 2000 o i ragazzi di oggi non hanno più voglia di ascoltarvi, di sentire le stronzate dei giornali o le menzogne dei politici, non potete dargli torto”.
Decennio di distacco definitivo da ogni schema sociale. Il grunge spazza via la disco music. Il disprezzo della societá brucia valori e ideologie. Cadono gli ultimi tabù. La droga è bella perché ti fa star bene quando fuori il mondo fa cagare. A tredici anni si scopa e si contraggono malattie veneree. Mio padre è frocio e mia madre si fa di botulino per rubarmi i fidanzati.
Esplode l’extasy: droga empatica che fa sentire i ragazzi componenti di un’unica tribù in fuga dalla realtà grigia e contagiosa.
“…mi drogo per non dovermi allacciare le scarpe ogni mattina” Matt Dillon in Drugstore Cowboy

Requiem for a Dream

Anni 00 fra resistenza e ignoranza.
Movimento: il popolo di Seattle
Musica: Emo/Goth
Film: Requiem for a dream – Darren Aronofsky
Libri: Gomorra – Roberto Saviano
Droga: ketamina
Decennio veloce e rabbioso. Nel dicembre del 99 “nasce” il Popolo di Seattle che si svilupperà, verrà manipolato e più o meno sbiadirà poco dopo il G8 di Genova: gente di tutte le età razze e opinioni diverse che contesta i potenti del mondo. Una presa di coscienza del potere spietato e disinteressato delle multinazionali e degli interessi economici. Ma l’11 settembre 2001 e le sue conseguenze, cancella quei pochi miglioramenti e importanti cambiamenti che si andavano a delineare. L’occidente impone guerre non volute dalla maggioranza delle persone e successivamente la gente si divide fra chi ha paura e la giustifica e chi ne denuncia le ragioni occulte. Ma tutto viene triturato e rigurgitato dai media in una poltiglia indigesta a tutti palati.
Nuove generazioni crescono senza orientamenti. Tutto è il contrario di tutto, tutto può essere falso e se sei furbo è meglio non credere in niente e nessuno.
Una droga dissociativa è quello che fa al caso loro.
…e nei più giovani, giustamente alla ricerca del divertimento, nasce il nuovo fenomeno Ketamina.
“Realizzi che la gente fa uso di droghe perché è l’unica vera avventura intima che le rimane nel suo mondo fatto di vincoli temporali, leggi, ordini, e limiti dati dalla materia. È soltanto con le droghe o con la morte che vediamo qualcosa di nuovo, e la morte è un po’ troppo definitiva.” Chuck Palahniuk – Survivor

un video stupidissimo che vanta numerose cover di giovanissimi.

e un vecchio commento:

“…il cazzo lucaaaaa la keta qui a napoli la prendiamoooooooooooo….dove viviiiiiiiiiiiiiii???????’premettendo ke sn anke io di napoli………cmq bello ke esista una song sulle mie droghe preferite:D…………ma cazzoo è prpr genialeeee…..tranne x la frase razzista(noi nn siamo napoletani)…..cazzo le droghe ci rendono tt fratelli”

Anni 10.
Movimento: ?
Musica: ??
Film: ???
Libri: ????
Droga: ?!?!?

“Nicotine, valium, vicodin, marijuana, ecstasy and alcohol C-c-c-c-c-cocaine!”

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V - prenotala su questo sito

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti gratuitamente a questo blog e ricevere notifiche di nuovi articoli per e-mail.

    Segui assieme ad altri 2.540 follower

  • Archivi

  • B-Sides Magazine IV – Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

  • B-Sides Magazine III – Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

  • B-Sides Magazine II – Raccolta Stampata 2011

    Raccolta Stampata 2011 - Diponibile a richiesta

    B-Sides Magazine II - Raccolta Stampata 2011

  • “Sbranando Dio” di Giuseppe Ricci – una pubblicazione B-Sides Magazine – Prenotala da questo sito

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

  • B-Sides Magazine – Cover 2011

    B-Sides Magazine - Cover 2011

    B-Sides Magazine - Art 2011

  • B-Sides Magazine – Cover 2010

    B-Sides Magazine - Cover 2010

    B-Sides Magazine - Art 2010

  • AUTORI

  • Seguici anche su Facebook

  • Cristina Schramm

  • BIZZARRO BAZAR

  • SOURMILK

    Cineforum

  • TAG

    Abel Ferrara Adriano Barone adult comics Aleksei German Andrzej Pagowski Andrzej Żuławski Anima Persa Anselmo Ballester BDSM Biennale Venezia Arte Architettura Blixa Bargeld cartoni animati per adulti Colonia Varese Cormac McCarthy cover cyberpunk Davide Manuli Edogawa Ranpo Electronic Music ero guro Erotico Fantascienza festival cinema Fetish Film cult horror b movie Film estremi Foetus James George Thirlwell Genesis P-Orridge Giorgio Olivetti HARMONY KORINE Ian McDonald Indie Alternative Music Industrial Interviste italian movie poster Jack Kirby James G. Ballard Jamie Hewlett Japanese culture John Hillcoat Karel Thole Kotoko La leggenda di Kaspar Hauser Lars von Trier Location Lucio Fulci art Luoghi abbandonati manga miguel angel martin mockumentary moebius mostra del cinema di venezia Nick Cave Nine Inch Nails Palazzo Fortuny Peter Christopherson Phil Mulloy polish movie poster Pupi Avati Registi Polacchi Russian Culture Shinya Tsukamoto slasher Takashi Miike Ted Chiang Teruo Ishii The Proposition Throbbing Gristle torture porn TRIESTE S+F festival V>L>F Videomalattie Venezia Vermilion Sands Zeder zombi