VALHALLA RISING – Nicolas Winding Refn il violento

valhalla-rising_Nicolas Winding RefnSe Herzog avesse diretto “Conan il barbaro” avrebbe concepito un film simile a questo.
VALHALLA RISING è un film brutale e poetico. “One eye” è una sorta di sciamano guerriero mosso solo dall’odio e dall’istinto di sopravvivenza. Non si sa niente di lui. È uno schiavo che combatte per il piacere di un capo tribù. Riconquistata la libertà e vendicatosi in maniera spietata, attraversa brughiere desolate percosse dal vento. Sul suo cammino incontra un manipolo di crociati intenzionati a liberare Gerusalemme. Insieme a loro intraprenderà un lento viaggio verso la follia e la morte. La violenza è l’unico modo per sopravvivere, ogni incontro può essere fatale. Compagno di viaggio di “One Eye” è un ragazzino che parla a suo nome, o che ne interpreta bene gli atteggiamenti. Un tema molto simile ai libri di McCarthy e all’omonimo film “La strada”. Ma lo sciamano non è paterno, è muto, ambiguo e feroce. One eye è il perfetto assassino “sbucato direttamente dall’inferno”.
Il film, diviso in capitoli, alterna momenti onirici, scene splatter, paesaggi spettrali e paludi insalubri.
Il claustrofobico viaggio in barca verso la Terra Santa è uno dei momenti più belli del film. A metà fra The Rime of the Ancient Mariner di Coleridge e Cuore di tenebra di Conrad a cui rende un’esplicita citazione.valhalla-rising_Ship
I riferimenti di questo film sono molteplici. Herzog, Conrad, Coleridge, Apocalypse now, Conan il barbaro, La strada, Aguirre furore di dio, McCarthy, e tutti quegli antieroi solitari che vanno dai western di Leone a Snake Plinski di Carpenter.
Il risultato è stupefacente.

Il danese Nicolas Winding Refn è un regista poco conosciuto in Italia, ma che ha già firmato diverse pellicole di culto. “Bronson” un film esilarante sulla violenza; ipotetica biografia di Michael Gordon Peterson uno degli ergastolani inglesi più egocentrici del mondo.
Pusher” la trilogia. Storie di piccoli delinquenti danesi e dei loro patti di soldi e sangue. Sconcertante per la cruda brutalità l’ultimo episodio “The Angel of death”  protagonista il piccolo boss turco presente anche nei due capitoli precedenti. Ma in questo episodio nei guai, una volta tanto, ci finisce lui.


Fear X” è un film riuscito a metà, inquietante la prima parte, inconcludente e scontata la seconda.
Una guardia giurata è ossessionata dal trovare l’uomo che ha sparato a sua moglie nel centro commerciale dove lavora. L’ossessiva visione dei filmati delle telecamere di vigilanza è quasi da film dell’orrore, mentre il peregrinare fra centri commerciali, case prefabbricate e altri luoghi altamente spersonalizzanti crea un’atmosfera ballardiana che raramente si è vista al cinema. Atmosfere David Lynch periodo Twin Peaks.
Drive” è il nuovo film del 2010 che non si sa che fine abbia fatto. Attendiamo fiduciosi.

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V - prenotala su questo sito

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti gratuitamente a questo blog e ricevere notifiche di nuovi articoli per e-mail.

    Segui assieme ad altri 2.540 follower

  • Archivi

  • B-Sides Magazine IV – Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

  • B-Sides Magazine III – Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

  • B-Sides Magazine II – Raccolta Stampata 2011

    Raccolta Stampata 2011 - Diponibile a richiesta

    B-Sides Magazine II - Raccolta Stampata 2011

  • “Sbranando Dio” di Giuseppe Ricci – una pubblicazione B-Sides Magazine – Prenotala da questo sito

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

  • B-Sides Magazine – Cover 2011

    B-Sides Magazine - Cover 2011

    B-Sides Magazine - Art 2011

  • B-Sides Magazine – Cover 2010

    B-Sides Magazine - Cover 2010

    B-Sides Magazine - Art 2010

  • AUTORI

  • Seguici anche su Facebook

  • Cristina Schramm

  • BIZZARRO BAZAR

  • SOURMILK

    Cineforum

  • TAG

    Abel Ferrara Adriano Barone adult comics Aleksei German Andrzej Pagowski Andrzej Żuławski Anima Persa Anselmo Ballester BDSM Biennale Venezia Arte Architettura Blixa Bargeld cartoni animati per adulti Colonia Varese Cormac McCarthy cover cyberpunk Davide Manuli Edogawa Ranpo Electronic Music ero guro Erotico Fantascienza festival cinema Fetish Film cult horror b movie Film estremi Foetus James George Thirlwell Genesis P-Orridge Giorgio Olivetti HARMONY KORINE Ian McDonald Indie Alternative Music Industrial Interviste italian movie poster Jack Kirby James G. Ballard Jamie Hewlett Japanese culture John Hillcoat Karel Thole Kotoko La leggenda di Kaspar Hauser Lars von Trier Location Lucio Fulci art Luoghi abbandonati manga miguel angel martin mockumentary moebius mostra del cinema di venezia Nick Cave Nine Inch Nails Palazzo Fortuny Peter Christopherson Phil Mulloy polish movie poster Pupi Avati Registi Polacchi Russian Culture Shinya Tsukamoto slasher Takashi Miike Ted Chiang Teruo Ishii The Proposition Throbbing Gristle torture porn TRIESTE S+F festival V>L>F Videomalattie Venezia Vermilion Sands Zeder zombi