IL CIGNO NERO – più Natalie Portman che Darren Aronofsky

black-swan Darren Aronofsky con Natalie Portman“Il CIGNO NERO” è una noiosa idiozia e Aronofski si rivela per quello che è veramente: chiacchiere e distintivo. “Il Teorema del delirio” ha, giustamente, spiazzato e fatto esultare orde di cinefili, dopodiché un lento, ma inesorabile declino. Questa tappa della sua filmografia è un ulteriore passo falso (di danza).

pi-il-teorema-del-delirio Darren Aronofsky

Pi il teorema del delirio

Tutto il film ruota intorno alla bellezza della Portman, ballerina brava, fragile e repressa, ma anche ridicola nei suoi tentativi di masturbarsi e nelle fintissime scene d’amore lesbo (più ginecologiche che erotiche).
Alla ricerca della perfezione stilistica, ha il difficile ruolo di prima ballerina ne “ Il lago dei cigni”. Nina (questo il nome della protagonista) è bravissima a interpretare il cigno bianco (simbolo di purezza), ma si trova bloccata nella rappresentazione del suo lato oscuro: il cigno nero, simbolo di sessualità, seduzione e ambiguità.
Nina, provata emotivamente, deve barcamenarsi con l’amore ossessivo di una madre invidiosa e con l’arrivo di una promettente e disinibita ballerina che forse cerca di sedurla e di rubarle il ruolo. La tensione a cui è sottoposta mina il suo equilibrio mentale e inizia a confondere immaginazione e realtà.

Natalie Portman

Natalie Portman

La competizione fra le due ballerine è basato sul solito tema del doppio, mentre il rapporto madre/figlia emula malamente quello di “La pianista” di Haneke.
Il film non approfondisce l’ambiente del teatro, non indugia sulla suggestione del “dietro le quinte” e la regia segue poco ispirata i movimenti del balletto.
La MDP pedina la nuca della Portman come un film dei Dardenne, ma con freddezza e distacco.
Le paranoie di Nina mischiano psicologia spiccia e horror trito.
La storia non vuole diventare di genere per non perdere l’arroganza del film d’autore.
Resta la prova di una bravissima attrice che si è appena portata a casa un Oscar.
Tutto il resto è noia.

black_swan_posterDarren Aronofsky con Natalie Portman

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V - prenotala su questo sito

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti gratuitamente a questo blog e ricevere notifiche di nuovi articoli per e-mail.

    Segui assieme ad altri 2.540 follower

  • Archivi

  • B-Sides Magazine IV – Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

  • B-Sides Magazine III – Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

  • B-Sides Magazine II – Raccolta Stampata 2011

    Raccolta Stampata 2011 - Diponibile a richiesta

    B-Sides Magazine II - Raccolta Stampata 2011

  • “Sbranando Dio” di Giuseppe Ricci – una pubblicazione B-Sides Magazine – Prenotala da questo sito

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

  • B-Sides Magazine – Cover 2011

    B-Sides Magazine - Cover 2011

    B-Sides Magazine - Art 2011

  • B-Sides Magazine – Cover 2010

    B-Sides Magazine - Cover 2010

    B-Sides Magazine - Art 2010

  • AUTORI

  • Seguici anche su Facebook

  • Cristina Schramm

  • BIZZARRO BAZAR

  • SOURMILK

    Cineforum

  • TAG

    Abel Ferrara Adriano Barone adult comics Aleksei German Andrzej Pagowski Andrzej Żuławski Anima Persa Anselmo Ballester BDSM Biennale Venezia Arte Architettura Blixa Bargeld cartoni animati per adulti Colonia Varese Cormac McCarthy cover cyberpunk Davide Manuli Edogawa Ranpo Electronic Music ero guro Erotico Fantascienza festival cinema Fetish Film cult horror b movie Film estremi Foetus James George Thirlwell Genesis P-Orridge Giorgio Olivetti HARMONY KORINE Ian McDonald Indie Alternative Music Industrial Interviste italian movie poster Jack Kirby James G. Ballard Jamie Hewlett Japanese culture John Hillcoat Karel Thole Kotoko La leggenda di Kaspar Hauser Lars von Trier Location Lucio Fulci art Luoghi abbandonati manga miguel angel martin mockumentary moebius mostra del cinema di venezia Nick Cave Nine Inch Nails Palazzo Fortuny Peter Christopherson Phil Mulloy polish movie poster Pupi Avati Registi Polacchi Russian Culture Shinya Tsukamoto slasher Takashi Miike Ted Chiang Teruo Ishii The Proposition Throbbing Gristle torture porn TRIESTE S+F festival V>L>F Videomalattie Venezia Vermilion Sands Zeder zombi