IMPERIAL BEDROOMS – Bret Easton Ellis

Bret Easton Ellis Wallpaper Per il 25 anniversario di “Less than zero”, il romanzo di debutto di Bret Easton Ellis, è stato pubblicato il suo sequel: “Imperial Bedrooms”. I personaggi sono gli stessi, invecchiati, alla soglia della mezza età. Lo scenario la stessa: Los Angeles falsa e autodistruttiva, pronta a vendersi per un sogno collettivo: il cinema.

Le prime pagine sono folgoranti.
Clay (lo sceneggiatore protagonista di entrambi i libri) racconta in prima persona cosa è successo negli ultimi 25 anni.
Qualcuno, molto vicino al loro gruppo di amici, scrisse un libro (Less than zero) con il chiaro intento di smascherarli e ferirli, che, comunque, era piuttosto fedele ai fatti accaduti durante una vacanza natalizia nei primi anni 80. Un breve riassunto degli episodi descritti nel libro, fra cui la conferma di avere assistito a un autentico Snuff movie, trasforma i personaggi di Imperial Bedrooms in persone reali.
Bret East EllisClay ricorda le strane impressioni suscitate dalla visione del film tratto dal romanzo (in italiano “Al di là di tutti i limiti”  di Marek Kanievska). Vedere se stesso interpretato da Robert Downey Jr., la realtà dei fatti (?) romanzata per chiare necessità hollywoodiane, la scelta dei buoni e dei cattivi, lo lasciarono infastidito.
Effettivamente Ellis non fu contento della trasposizione cinematografica, tanto da affermare che il film non aveva niente a che fare con il libro. Solo recentemente ha rilasciato qualche apprezzamento sul lavoro svolto da Marek.
Dopo aver fatto chiarezza su quanto detto, scritto e visto in questi anni su di loro, inizia il Imperial Bedrooms. Il romanzo si trasforma in un’autobiografia di Clay. Ogni fatto, anche il più improbabile, assume una credibilità nuova. E alla fine della lettura, dopo aver assistito a tradimenti, stupri e omicidi, ci si chiede se tutto questo è successo o potrebbe accadere.

Maestro del minimalismo cinico-horror-esistenzialista. Elegante, gay, ex tossico, ex alcolista, conosce bene la sua città, i suoi abitanti e i loro vizi.
Parlando di L.A. la descrive come una geografia senza baricentri, in cui si è sempre lontani da tutto e da nulla… Una città in cui troppi ragazzi e ragazze arrivano per non approdare mai a nulla… I cui abitanti passano la notte a ballare sull’orlo dell’abisso.imperial bedrooms - bret easton ellis

Vanitosi, degradati e senza più inibizioni.
Questi sono i suoi personaggi, (o i suoi vicini di casa?)

Scrittore, sceneggiatore, consulente per diversi “Studios”, sa bene che la fabbrica dei sogni può generare incubi

Bello il sito di lancio del libro:
http://www.randomhouse.com/kvpa/eastonellis/#/home

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...