UARS – stelle cadenti / polvere di satelliti

“…Non si sapeva dove il satellite sarebbe atterrato. Volteggiava sullo strato di ozono come un terribile avvoltoio…”

Questa era la voce fuori campo dei titoli di testa di “Fino alla fine del mondo”  (Wim Wenders).
Questa sera l’Italia ha l’occasione unica di inaugurare la stagione delle collisioni satellitari. C’è molta euforia a essere i protagonisti di un incidente spaziale, roba da rendere orgoglioso Ballard.

Ormai intorno al nostro pianeta galleggia un’enorme quantità di spazzatura artificiale. Detriti orbitali vengono definiti cioè “oggetti artificiali in orbita intorno alla Terra senza uno scopo, ormai non più funzionanti.” Tutti corpuscoli obsoleti, licenziati, che vagabondano scontrandosi l’un l’altro in preda a crisi d’identità.
Sono stimati in decine di milioni, oltre 22.000 sono più grandi di 10 cm, e sono quelli costantemente monitorati dalla rete di sorveglianza spaziale degli Stati Uniti.

UARS_orbit_history

UARS storia orbitale

UARS (Upper Atmosphere Research Satellite), fu lanciato dallo Space Shuttle Discovery nel settembre 1991. Ora dopo 20 anni di onorevele servizio è giunto al termine della sua missione: studio dell’atmosfera terrestre in particolare la fascia di ozono. Si legge sui giornali che “Il centro di controllo Goddard ha progressivamente avviato il processo di decadimento della sua orbita che si completerà con la caduta.” Sembra una cosa molto controllata, ma stavolta ci cadrà in testa anzichè in qualche oceano.

UARS satellite explosion

UARS satellite explosion

UARS pesa 5,9 tonnellate e dovrebbe disintegrarsi quasi completamente al contatto con l’atmosfera terrestre. Una trentina di frammenti, per un peso complessivo di 532 chilogrammi dovrebbero raggiungere il suolo lungo una fascia di 800 chilometri che comprende l’Italia.
La Protezione Civile italiana sta già provvedendo a far fronte a un eventuale (ma non probabile) disastro, fornendo ombrellini alla popolazione di Emilia, Toscana, Lombardia, Liguria.
Ora di previsto arrivo tra le 21:25 e le 22:03 di venerdì e 3:34 e le 4:12 di sabato.

Sito ufficiale della NASA

Tutti i link utili: http://sites.google.com/site/uarsreentry/

Noi che guardiamo le notti stellate alla ricerca di satelliti cadenti gli dedichiamo tutto il nostro amore tramite la voce sexy di Milla Jovovich e il genio di Lou Reed.

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V - prenotala su questo sito

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti gratuitamente a questo blog e ricevere notifiche di nuovi articoli per e-mail.

    Segui assieme ad altri 2.540 follower

  • Archivi

  • B-Sides Magazine IV – Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

  • B-Sides Magazine III – Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

  • B-Sides Magazine II – Raccolta Stampata 2011

    Raccolta Stampata 2011 - Diponibile a richiesta

    B-Sides Magazine II - Raccolta Stampata 2011

  • “Sbranando Dio” di Giuseppe Ricci – una pubblicazione B-Sides Magazine – Prenotala da questo sito

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

  • B-Sides Magazine – Cover 2011

    B-Sides Magazine - Cover 2011

    B-Sides Magazine - Art 2011

  • B-Sides Magazine – Cover 2010

    B-Sides Magazine - Cover 2010

    B-Sides Magazine - Art 2010

  • AUTORI

  • Seguici anche su Facebook

  • Cristina Schramm

  • BIZZARRO BAZAR

  • SOURMILK

    Cineforum

  • TAG

    Abel Ferrara Adriano Barone adult comics Aleksei German Andrzej Pagowski Andrzej Żuławski Anima Persa Anselmo Ballester BDSM Biennale Venezia Arte Architettura Blixa Bargeld cartoni animati per adulti Colonia Varese Cormac McCarthy cover cyberpunk Davide Manuli Edogawa Ranpo Electronic Music ero guro Erotico Fantascienza festival cinema Fetish Film cult horror b movie Film estremi Foetus James George Thirlwell Genesis P-Orridge Giorgio Olivetti HARMONY KORINE Ian McDonald Indie Alternative Music Industrial Interviste italian movie poster Jack Kirby James G. Ballard Jamie Hewlett Japanese culture John Hillcoat Karel Thole Kotoko La leggenda di Kaspar Hauser Lars von Trier Location Lucio Fulci art Luoghi abbandonati manga miguel angel martin mockumentary moebius mostra del cinema di venezia Nick Cave Nine Inch Nails Palazzo Fortuny Peter Christopherson Phil Mulloy polish movie poster Pupi Avati Registi Polacchi Russian Culture Shinya Tsukamoto slasher Takashi Miike Ted Chiang Teruo Ishii The Proposition Throbbing Gristle torture porn TRIESTE S+F festival V>L>F Videomalattie Venezia Vermilion Sands Zeder zombi