SOLITAIRE STATION: la sadica setta – un libro di Lucius Shepard.

Vi ricordate il film “Atmosfera Zero” di Peter Hyams? Il racconto breve “Solitaire Station” ve lo potrebbe ricordare. Lucius Shepard scrisse nel 1993 questo libro ricordando, probabilmente, la pellicola di fantascienza del 1981. Solitaire Station è una stazione spaziale che si trova oltre l’orbita di Marte, creata per costruire e lanciare nello spazio profondo le “Navi Luce” alla ricerca di nuovi mondi abitabili, ultima speranza di sopravvivenza umana. Il pianeta Terra non gode di ottima salute: vive in uno stato di guerriglia globale per le più svariate ragioni. Sovrappopolazione, risorse scarse ed ecosistema irrimediabilmente compromesso, non lo rendono certo un bel posto per vivere. Le migliaia di persone che lavorano nella stazione orbitale, al contrario, si sentono privilegiate. La vita spaziale è dura, con pochi svaghi e poco tempo libero, ma non pericolosa come sulla Terra. La maggior parte di loro ha dovuto abbandonare la propria famiglia e i propri affetti per trovare lavoro sulla stazione orbitale. I loro sentimenti sono divisi fra la nostalgia di casa e l’orgoglio per una missione tanto importante: gli abitanti di Solitaire Station sono gli operai che costruiscono le navi della speranza.

Lucius Shepard

Lucius Shepard

John è l’agente di sicurezza incaricato di mantenere ordine e sedare le frequenti risse. L’umore è sempre nero come lo spazio in cui si vive. Le cattive notizie riportate dalle navi luce di ritorno contribuisce a demotivare i residenti. Bastano banali pretesi per azzuffarsi. Un simile scenario è il tipico territorio di caccia per la “Magnificenza”: una sorta di sanguinaria setta politico/religiosa intenzionata a prendere il controllo della stazione spaziale. Dalla Terra arrivano, sempre più frequenti, contatti con questa sadica realtà.
Bill è il figlio ritardato di un “pezzo grosso” della stazione, che, pochi mesi dopo averlo partorito, si suicidò, lasciandolo solo e disprezzato.
Samuelson è un politicante con ambigue intenzioni che coinvolgeranno i destini di John e Bill.

Lucius Shepard nasce artisticamente con William Gibson nella piena esplosione cyberpunk, anche se non appartiene al genere, nonostante qualcuno lo inserisca a forza. La sua fantascienza è sociale, attenta alle relazioni umane perennemente compromesse dalle atrocità della guerra. La casa editrice Delosbooks pubblica a distanza di 13 anni questa chicca di fantascienza, apparentemente classica, di un autore importantissimo, ma ancora poco tradotto in Italia.

Buona lettura.

Lucius Shepard cover

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V - prenotala su questo sito

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti gratuitamente a questo blog e ricevere notifiche di nuovi articoli per e-mail.

    Segui assieme ad altri 2.540 follower

  • Archivi

  • B-Sides Magazine IV – Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

  • B-Sides Magazine III – Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

  • B-Sides Magazine II – Raccolta Stampata 2011

    Raccolta Stampata 2011 - Diponibile a richiesta

    B-Sides Magazine II - Raccolta Stampata 2011

  • “Sbranando Dio” di Giuseppe Ricci – una pubblicazione B-Sides Magazine – Prenotala da questo sito

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

  • B-Sides Magazine – Cover 2011

    B-Sides Magazine - Cover 2011

    B-Sides Magazine - Art 2011

  • B-Sides Magazine – Cover 2010

    B-Sides Magazine - Cover 2010

    B-Sides Magazine - Art 2010

  • AUTORI

  • Seguici anche su Facebook

  • Cristina Schramm

  • BIZZARRO BAZAR

  • SOURMILK

    Cineforum

  • TAG

    Abel Ferrara Adriano Barone adult comics Aleksei German Andrzej Pagowski Andrzej Żuławski Anima Persa Anselmo Ballester BDSM Biennale Venezia Arte Architettura Blixa Bargeld cartoni animati per adulti Colonia Varese Cormac McCarthy cover cyberpunk Davide Manuli Edogawa Ranpo Electronic Music ero guro Erotico Fantascienza festival cinema Fetish Film cult horror b movie Film estremi Foetus James George Thirlwell Genesis P-Orridge Giorgio Olivetti HARMONY KORINE Ian McDonald Indie Alternative Music Industrial Interviste italian movie poster Jack Kirby James G. Ballard Jamie Hewlett Japanese culture John Hillcoat Karel Thole Kotoko La leggenda di Kaspar Hauser Lars von Trier Location Lucio Fulci art Luoghi abbandonati manga miguel angel martin mockumentary moebius mostra del cinema di venezia Nick Cave Nine Inch Nails Palazzo Fortuny Peter Christopherson Phil Mulloy polish movie poster Pupi Avati Registi Polacchi Russian Culture Shinya Tsukamoto slasher Takashi Miike Ted Chiang Teruo Ishii The Proposition Throbbing Gristle torture porn TRIESTE S+F festival V>L>F Videomalattie Venezia Vermilion Sands Zeder zombi