NO VASELINE – Vans>La>Furka Videomalattie

NO Vaseline Marco Malattia

NO Vaseline Marco Malattia

A un anno di distanza dal precedente “Liber CXI”, l’antologia di corti prodotti tra il 2007 e il 2011, Marco Malattia torna a far parlare di sé con una nuova release autoprodotta dal titolo piuttosto esplicito. Attivo da svariati anni, sia nel campo della musica che della fotografia, il factotum nostrano porta avanti quello che rappresenta il progetto principale e probabilmente di maggior impatto visivo: Vans>La>Furka Videomalattie, un contenitore video/fotografico espressione di un’arte degenerata e autarchica. “No Vaseline” è un’opera controversa, estrema, disturbante e nauseante, un viaggio delirante nell’eccesso e nella perversione dove scat, pissing, puking e deep throating sono gli ingredienti principali. Di difficile catalogazione, questo lungometraggio sonda i lidi della videoarte sperimentale, risultando nel complesso più maturo e compatto rispetto ai precedenti lavori. “No Vaseline” vomita violenza e marciume da tutti i pori ed ancora una volta l’amatorialità (a 360°) gioca un ruolo fondamentale, seppur la veste del prodotto sia assolutamente professionale. Scevro di un linguaggio canonico, è girato per lo più con la tecnica del videoclip e si avvale di un montaggio convulso ma estremamente curato. Sonorità distorte di matrice speedcore/industrial, in perfetta armonia con i ritmi ossessivi e concitati, accompagnano tutta una serie di situazioni dove i protagonisti assoluti sono corpi nudi e privi d’identità che veicolano (con i volti sempre rigorosamente coperti da maschere), attraverso una carnalità morbosa, un malessere quasi palpabile e che trascende da ogni forma di personificazione e introspezione.

<attenzione: link a sito per soli adulti>

http://www.xvideos.com/video6192033/2013._-_no_vaseline_thegreatpornswindle_trailer_1_#1.2

L’atto sessuale viene unicamente concepito come mezzo per dare sfogo ad una libertà d’espressione deviata che, contrariamente alle apparenze, esula dal bisogno fisico, e che dunque nulla ha a che spartire con il classico concetto di pornografia. Non c’è spazio per l’erotismo e il piacere, ciò che si percepisce è soltanto disagio e angoscia. Tante le performer coinvolte le quali, con grande naturalezza, si abbandonano a brutali sequenze sexploitation dove vomito, escrementi e sperma fanno puntualmente capolino. Azzeccato e di grande effetto il  contrasto tra l’atmosfera sporca e lercia con la perfezione estetica di ogni singolo fotogramma, che rende l’opera ancora più surreale, totalmente avulsa dalla realtà. Da sottolineare anche la forte connotazione esoterica dell’intero lavoro che rimanda più precisamente al culto di Seth: interessanti sono i simbolismi e l’attitudine concettuale che sta alla base del progetto stesso. 70 minuti colmi di eccessi di ogni tipo e di difficile assimilazione, una visione che potrebbe rivelarsi psicologicamente shockante per chi non è avvezzo a questo genere di materiale.  A metà tra snuff e hardcore porn, “No Vaseline” distrugge le barriere della moralità e del pudore, andando oltre l’immaginabile, oltre ogni limite.

Articolo di Cristina Schramm

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V - prenotala su questo sito

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti gratuitamente a questo blog e ricevere notifiche di nuovi articoli per e-mail.

    Segui assieme ad altri 2.540 follower

  • Archivi

  • B-Sides Magazine IV – Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

  • B-Sides Magazine III – Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

  • B-Sides Magazine II – Raccolta Stampata 2011

    Raccolta Stampata 2011 - Diponibile a richiesta

    B-Sides Magazine II - Raccolta Stampata 2011

  • “Sbranando Dio” di Giuseppe Ricci – una pubblicazione B-Sides Magazine – Prenotala da questo sito

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

  • B-Sides Magazine – Cover 2011

    B-Sides Magazine - Cover 2011

    B-Sides Magazine - Art 2011

  • B-Sides Magazine – Cover 2010

    B-Sides Magazine - Cover 2010

    B-Sides Magazine - Art 2010

  • AUTORI

  • Seguici anche su Facebook

  • Cristina Schramm

  • BIZZARRO BAZAR

  • SOURMILK

    Cineforum

  • TAG

    Abel Ferrara Adriano Barone adult comics Aleksei German Andrzej Pagowski Andrzej Żuławski Anima Persa Anselmo Ballester BDSM Biennale Venezia Arte Architettura Blixa Bargeld cartoni animati per adulti Colonia Varese Cormac McCarthy cover cyberpunk Davide Manuli Edogawa Ranpo Electronic Music ero guro Erotico Fantascienza festival cinema Fetish Film cult horror b movie Film estremi Foetus James George Thirlwell Genesis P-Orridge Giorgio Olivetti HARMONY KORINE Ian McDonald Indie Alternative Music Industrial Interviste italian movie poster Jack Kirby James G. Ballard Jamie Hewlett Japanese culture John Hillcoat Karel Thole Kotoko La leggenda di Kaspar Hauser Lars von Trier Location Lucio Fulci art Luoghi abbandonati manga miguel angel martin mockumentary moebius mostra del cinema di venezia Nick Cave Nine Inch Nails Palazzo Fortuny Peter Christopherson Phil Mulloy polish movie poster Pupi Avati Registi Polacchi Russian Culture Shinya Tsukamoto slasher Takashi Miike Ted Chiang Teruo Ishii The Proposition Throbbing Gristle torture porn TRIESTE S+F festival V>L>F Videomalattie Venezia Vermilion Sands Zeder zombi