Vermilion Sands – 1. PRIMA BELLADONNA – James G. Ballard

Karel Thole

Karel Thole – illustrazione per il racconto “Incubo a quattro dimensioni” di James G. Ballard

Prima belladonna” E’ il primo racconto dell’antologia di James G. BallardVermilion Sands

Il protagonista ha un piccolo negozio di flora musicale: fiori con corde vibratorie, che tiene accordati tutti i giorni nelle sue vasche di contenimento, utilizzando lampade a ultravioletti e fertilizzanti spruzzati con alimentatori a goccia e bombole a gas. Orchestre di tutto il modo chiedono piante musicali per determinati concerti operistici, e il proprietario le seleziona accuratamente in base al repertorio che verrà suonato.
Appare in negozio una donna bellissima (dal “bagaglio genetico un tantino promiscuo”) capace di accordare le piante solo con la sua voce. Ha la pelle dorata e zampe d’insetto tremolanti intorno agli occhi violetti. Appena arrivata, viene ingaggiata per cantare al casinò di Vermilion Sands ed è subito un successo. Tutta Vermilion Sands parla di lei.
La donna è attratta morbosamente da una pianta del negozio: l’unica non in vendita, che serve al proprietario per accordare tutte le altre. La donna diventa l’amante del protagonista e questo le permette di intrattenersi per ore con quella pianta. Tuttavia la pianta trova insopportabile la sua presenza e questo genera scompiglio anche fra gli altri fiori del negozio. Diventa presto una sfida fra due primedonne e il loro scontro degenera nel finale in una sorta di amplesso perverso, in cui il fiore della pianta a forma di calice triplica le sue dimensioni e la donna immerge la testa dentro di esso, come se volesse penetrarlo o essere divorata. Il negozio è chiuso, ma la musica è assordante e i bagliori che lo illuminano dall’interno sono inquietanti. Il protagonista entra trafelato e cerca di salvare la donna, ma viene allontanato. Allora si piazza davanti all’ingresso per impedire ai curiosi di entrare. Poi la musica cessa.
Il giorno dopo la pianta, tornata delle sue dimensioni normali, muore. La donna, invece, è scomparsa. Il protagonista non la rivedrà mai più. Anni più tardi gli giunge voce che qualcuno ha notato una cantante simile a lei esibirsi nei locali notturni di Pernambuco.

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V - prenotala su questo sito

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti gratuitamente a questo blog e ricevere notifiche di nuovi articoli per e-mail.

    Segui assieme ad altri 2.540 follower

  • Archivi

  • B-Sides Magazine IV – Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

  • B-Sides Magazine III – Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

  • B-Sides Magazine II – Raccolta Stampata 2011

    Raccolta Stampata 2011 - Diponibile a richiesta

    B-Sides Magazine II - Raccolta Stampata 2011

  • “Sbranando Dio” di Giuseppe Ricci – una pubblicazione B-Sides Magazine – Prenotala da questo sito

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

  • B-Sides Magazine – Cover 2011

    B-Sides Magazine - Cover 2011

    B-Sides Magazine - Art 2011

  • B-Sides Magazine – Cover 2010

    B-Sides Magazine - Cover 2010

    B-Sides Magazine - Art 2010

  • AUTORI

  • Seguici anche su Facebook

  • Cristina Schramm

  • BIZZARRO BAZAR

  • SOURMILK

    Cineforum

  • TAG

    Abel Ferrara Adriano Barone adult comics Aleksei German Andrzej Pagowski Andrzej Żuławski Anima Persa Anselmo Ballester BDSM Biennale Venezia Arte Architettura Blixa Bargeld cartoni animati per adulti Colonia Varese Cormac McCarthy cover cyberpunk Davide Manuli Edogawa Ranpo Electronic Music ero guro Erotico Fantascienza festival cinema Fetish Film cult horror b movie Film estremi Foetus James George Thirlwell Genesis P-Orridge Giorgio Olivetti HARMONY KORINE Ian McDonald Indie Alternative Music Industrial Interviste italian movie poster Jack Kirby James G. Ballard Jamie Hewlett Japanese culture John Hillcoat Karel Thole Kotoko La leggenda di Kaspar Hauser Lars von Trier Location Lucio Fulci art Luoghi abbandonati manga miguel angel martin mockumentary moebius mostra del cinema di venezia Nick Cave Nine Inch Nails Palazzo Fortuny Peter Christopherson Phil Mulloy polish movie poster Pupi Avati Registi Polacchi Russian Culture Shinya Tsukamoto slasher Takashi Miike Ted Chiang Teruo Ishii The Proposition Throbbing Gristle torture porn TRIESTE S+F festival V>L>F Videomalattie Venezia Vermilion Sands Zeder zombi