VENEZIA . Biennale d’Architettura 2014

Biennale d'Architettura 2014 - Venezia

L’allestimento della mostra Monditalia all’Arsenale

Dopo le due precedenti e suggestive edizioni della Biennale d’Architettura di Venezia, quella di quest’anno delude. Il curatore Rem Koolhaas propone per il 2014 il titolo/tema “Fundamentals” per definire gli elementi fondamentali dell’architettura, richiamando, con un gioco di parole, le fondamenta veneziane.
In un momento di trasformazione politica cruciale, abbiamo scelto di guardare all’Italia come a un paese “fondamentale”, unico nel suo genere ma anche emblematico di una situazione globale nella quale molti paesi si trovano in bilico fra il caos e la piena realizzazione del loro potenziale.”
La sezione Monditalia alle Corderie in 41 ricerche, ci ricorda senza compiacimento né pregiudizio le complessità della realtà del nostro paese, paradigmatiche di quanto avviene in altre parti del mondo, complessità che devono essere consapevolmente vissute se si vuole una rigenerazione.”
Premesse molto interessanti, ma che si risolvono in resoconti, fotografie e critiche piuttosto scontate.

Biennale d'Architettura Venezia 2014

“Non si Sevizia così un Paperino” “Nostalghia” “La decima Vittima”

Molto brillante, comunque, l’installazione austriaca che indaga le architetture italiane tramite spezzoni di film di ogni epoca. Una serie di schermi accompagna il visitatore lungo tutto il percorso delle Corderie dell’Arsenale. Su questi vengono proiettati brevi clip tratti da vari film in cui si può analizzare il paesaggio, l’architettura degli edifici, l’urbanistica, la società e la cultura italiana in tutte le sue diversità e mutazioni. Il percorso inizia con il mare Mediterraneo grazie a “Lamerica” (1994) di Gianni Amelio per sbarcare in Sicilia con “Lo zio di Brooklyn” (1995) di Ciprì e Maresco, risalire la Basilicata con “Il Vangelo Secondo Matteo” (1964) di Pier Paolo Pasolini, la Puglia con “Nostra Signora dei Turchi” (1968) di Carmelo Bene, l’Abruzzo con “Non si Sevizia così un Paperino” (1972) di Lucio Fulci (il viadotto Roma-Aquila di Pietrasecca), Napoli con “Le Occasioni di Rosa” (1981) di Salvatore Piscicelli (una bellissima camminata di Marina Suma, che ricorda le carrellate nervose di Żuławski, per le strade di Scampia dove troneggia il complesso di condomini alveare “Le Vele“). Roma è rappresentata ovviamente da Fellini con “Roma” (1972), ma anche da Elio Petri con “La Decima Vittima” (1965), “Nostalghia” (1983) di Andrej Tarkovskij e ancora Pasolini con un episodio di “La Terra vista dalla Luna” (1967). Si riparte con l’Appennino umbro-marchigiano grazie a Paesaggio nella Nebbia” (1988) di Theo Angelopoulos, le colline senesi in “Io Ballo da Sola” (1996) di Bernardo Bertolucci, i locali della bella vita di Viareggio in “Una Vita Difficile” (1961) di Dino Risi, Ravenna con “Il Deserto Rosso” di Michelangelo Antonioni, Bergamo con “L’Albero degli Zoccoli” (1978) di Ermanno Olmi. A Milano, oltre a “Miracolo a Milano” (1951) di Vittorio de Sica, troviamo il tetto del Duomo in “Rocco e i suoi Fratelli” (1960) di Luchino Visconti e i tetti dei casermoni di periferia in “Romanzo Popolare” (1974) di Mario Monicelli. Ancora Milano con i suoi locali notturni in “Milano Calibro 9” (1972) di Ferdinando di Leo. Ed è la volta di Torino, con “Profondo Rosso” (1975) di Dario Argento, “Mimì Metallurgico ferito nell’Amore” (1972) di Lina Wertmüller e “The Italian Job” (1969) di Peter Collison. Poi Genova, con “Achtung! Banditi” (1951) di Carlo Lizzani e il lungo inseguimento di “La Polizia incrimina, la Legge assolve” (1973) di Enzo G. Castellari. Venezia è rappresentata dal “Don Giovanni” (1979) di Joseph Losey, da Otar Losseliani con “Lunedì Mattina” (2002) e da Guy Debord con “In Girum Imus Nocte et Consumimur Igni” (1978). Conclude la lunga passeggiata “Bianco, Rosso e Verdone” (1981) di Carlo Verdone con un divertente spezzone dal retrogusto amaro ambientato sul Brennero.

 

Biennale d'Architettura Venezia 2014

IMG_6688

Biennale d'Architettura Venezia 2014

Luoghi di residenza, passati e presenti, di membri di organizzazioni mafiose diffusi in tutta Italia.

Biennale d'Architettura 2014 - Venezia

Padiglione Cile vincitore del Leone d’Argento 2014

Biennale d'Architettura 2014 - Venezia

Padiglione Cile vincitore del Leone d’Argento 2014

Biennale d'Architettura 2014 - Venezia

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V

    RACCOLTA 2014 anno V - prenotala su questo sito

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti gratuitamente a questo blog e ricevere notifiche di nuovi articoli per e-mail.

    Segui assieme ad altri 2.540 follower

  • Archivi

  • B-Sides Magazine IV – Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

    B-Sides Magazine IV - Raccolta Stampata 2013

  • B-Sides Magazine III – Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

    B-Sides Magazine III - Raccolta Stampata 2012

  • B-Sides Magazine II – Raccolta Stampata 2011

    Raccolta Stampata 2011 - Diponibile a richiesta

    B-Sides Magazine II - Raccolta Stampata 2011

  • “Sbranando Dio” di Giuseppe Ricci – una pubblicazione B-Sides Magazine – Prenotala da questo sito

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

    "Sbranando Dio" di Giuseppe Ricci

  • B-Sides Magazine – Cover 2011

    B-Sides Magazine - Cover 2011

    B-Sides Magazine - Art 2011

  • B-Sides Magazine – Cover 2010

    B-Sides Magazine - Cover 2010

    B-Sides Magazine - Art 2010

  • AUTORI

  • Seguici anche su Facebook

  • Cristina Schramm

  • BIZZARRO BAZAR

  • SOURMILK

    Cineforum

  • TAG

    Abel Ferrara Adriano Barone adult comics Aleksei German Andrzej Pagowski Andrzej Żuławski Anima Persa Anselmo Ballester BDSM Biennale Venezia Arte Architettura Blixa Bargeld cartoni animati per adulti Colonia Varese Cormac McCarthy cover cyberpunk Davide Manuli Edogawa Ranpo Electronic Music ero guro Erotico Fantascienza festival cinema Fetish Film cult horror b movie Film estremi Foetus James George Thirlwell Genesis P-Orridge Giorgio Olivetti HARMONY KORINE Ian McDonald Indie Alternative Music Industrial Interviste italian movie poster Jack Kirby James G. Ballard Jamie Hewlett Japanese culture John Hillcoat Karel Thole Kotoko La leggenda di Kaspar Hauser Lars von Trier Location Lucio Fulci art Luoghi abbandonati manga miguel angel martin mockumentary moebius mostra del cinema di venezia Nick Cave Nine Inch Nails Palazzo Fortuny Peter Christopherson Phil Mulloy polish movie poster Pupi Avati Registi Polacchi Russian Culture Shinya Tsukamoto slasher Takashi Miike Ted Chiang Teruo Ishii The Proposition Throbbing Gristle torture porn TRIESTE S+F festival V>L>F Videomalattie Venezia Vermilion Sands Zeder zombi