ZEDER – Pupi Avati (1983)

zeder_gabriele_lavia_pupi_avati_003_jpg_axfa

Zeder” è uno dei migliori film di Pupi Avati. Nonostante la sua ampia filmografia il suo nome è indissolubilmente legato a due film horror: “La casa dalla finestre che ridono” (1976) e “Zeder” (1983) entrambi co-sceneggiati da Maurizio Costanzo. In entrambi gli apparentemente banali e italianissimi luoghi in cui si muovono i personaggi nascondono terribili segreti. La realtà è un velo dietro cui è meglio non sbirciare. La maestria di Pupi Avati in questi due film è mostrare quanto siano terrificanti le strade che percorriamo tutti i giorni se guardate da un’angolazione differente.

Zeder

“Zeder”. La doppia rampa della Colonia Varese.

Lo scrittore Stefano (Gabriele Lavia) viene a conoscenza dei misteriosi terreni K dopo aver trovato per caso all’interno di una macchina da scrivere usata un vecchio nastro. Stefano indaga sulla bizzarra teoria, definita da un certo Paolo Zeder all’inizio del XX secolo, secondo cui alcuni terreni sparsi per il mondo con particolari caratteristiche chimiche (da lui battezzati “terreni K”) costituirebbero una porta tra il mondo reale e l’aldilà, consentendo ai morti in essi seppelliti di tornare in vita. Nella sua ricerca si imbatte in personaggi strani e curiose dicerie che lo porteranno in Romagna a visitare un’antica necropoli etrusca vicino all’ex colonia estiva di Milano Marittima dove lavorò un ambiguo prete prima di morire. Questo prete sapeva molte cose sulle teorie di Zeder.

Anche una troupe di ricercatori francesi è sulle tracce di questo prete e non esita a sbarazzarsi delle persone troppo curiose.

La Colonia Varese di Milano Marittima è lo scenario delle terrificanti resurrezioni.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...