B-Sides Magazine

B-SIDES : UNO SGUARDO SULL’ALTRO LATO DELLE COSE. Un blog che si interessa di cinema, musica, letteratura, fumetti e arte nei suoi aspetti bizzarri o meno popolari. Annualmente gli articoli apparsi sul sito sono raccolti in un libretto che puoi ordinare qui.

IL FASCINO delle LOCATION

 

Speciale: IL FASCINO DELLE LOCATION.

Clicca qui per visualizzare tutti gli articoli

Le location sono spesso fondamentali per creare l’atmosfera di un film. Talvolta rendono curiosi e piacevoli film deludenti, altre volte diventano il simbolo stesso di capolavori cinematografici come la “Devil’s tower” (Wyoming) nel film “Incontri ravvicinati del terzo tipo”.

In questo numero ne abbiamo prese in considerazione 5:

Palazzo Fortuny a Venezia location del film “Anima persa” (Dino Risi -1977), le colonie marine abbandonate location di vari film fra cui “Zeder” (Pupi Avati – 1983), la Val d’Orcia in Toscana in cui Tarkovskij girò Nostalghia (1983), Villa Malaparte a Capri location del film “La pelle” (Liliana Cavani – 1981) tratto dall’omonimo libro di Curzio Malaparte, ma sopratutto del film “Il disprezzo” (Jean-Luc Godard -1963) e la città di Berlino un luogo denso di storie, simboli, architetture e ricordi rimossi . In “Possesion” (1981) Andrzeij Zulawski la usò come metafora per della follia e della dualità.

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: