THEO TEARDO & BLIXA BARGELD – Still Smiling

Cover_TEHO_TEARDO_&_BLIXA_BARGELD_STILL_SMILINGL’inquieto Blixa Bargeld, alla ricerca di stimoli e divertimenti, sforna una nuova eccellente accoppiata a pochi anni dalla felice collaborazione con Alva Noto (ANBB). “Still Smiling” è il frutto dell’incontro del noto leader degli Einstürzende Neubauten con Teho Teardo.

Teho nasce a Pordenone nel 1966. In Italia diventa un esponente della scena industrial, fonda i Meathead che mischiano noise e hip hop e collabora con i PankowMike Harris, Cop shoot Cop e Nurse in Wound. Per caso, nel 2000, si avvicina al mondo del cinema componendo la colonna sonora di “Denti” di Salvatores.  Da quel momento la sua carriera si trasforma. Ad oggi Theo è il compositore più richiesto dal nuovo cinema italiano. Una via molto più facile, ma costellata di ottimi risultati. Belli tanti pezzi tratti dalle colonne sonore de “Il Divo“, “La Ragazza del Lago“, “Diaz“, “Una Vita Tranquilla“. E proprio grazie a quest’ultimo film che Theo e Blixa si conoscono e compongono la bellissima “A Quiet Life“.

A qualche anno di distanza dall’incontro di questi due musicisti sperimentatori, nasce “Still Life“. Una collaborazione, priva di competizione, molto naturale e rilassata. Blixa abbandona le sue ricerche vocali estreme e si limita a un canto profondo e ammaliante. Theo crea, insieme alla violoncellista Martina Bertoni, un’atmosfera sospesa fra il classico e l’elettronico. Un mix equilibrato e mai esuberante a cui manca un po’ di originalità. I due musicisti si esprimono impeccabilmente in quello che fanno da anni, non c’è bisogno di stupire ulteriormente. Occorre solo perdersi nelle melodie notturne della bellissima “Nocturnalie“,  sorridere canticchiando l’ironica “Mi Scusi” o commuoversi con la malinconica “Still Smiling“. Sicuramente inorgoglisce che un italiano abbia collaborato al lavoro musicale più raffinato del 2013.

Imperdibili anche i brani “Come up and See Me“,  “What If…?” e ovviamente “A Quiet Life”.

Nei concerti italiani chiudono con la divertente cover “Soli si Muore” di Patrick Samson del 1969. Peccato non sia inclusa nell’album.

Qui sotto un’intervista per conoscere meglio Theo Teardo.

1. Mi scusi
2. Come up and see me
3. Axolotl
4. Buntmetalldiebe
5. Still Smiling
6. Nocturnalie
7. Alone with the moon
8. What if…?
9. Konjunktiv II
10. Nur zur Erinnerung
11. A quiet life
12. Defenestrazioni

Annunci

EINSTÜRZENDE NEUBAUTEN – progetti paralleli

 

BLIXA BARGELD Einstürzende Neubauten

Blixa Bargeld
http://www.blixa-bargeld.com/
Istrionico e raffinato leader degli EN. Artista poliedrico, musicista, fotografo, intellettuale e attore partecipa a numerose collaborazioni teatrali, musicali e reading.
È stato fino al 2003 il chitarrista dei Bad Seeds duettando in numerose canzoni con l’anima nera di Nick Cave. Il pessimo Nocturama convincerà Blixa ad abbandonare il sodalizio.
Rede / Speech (Solo Vocal Performance / Intrattenimento pseudo scientifico)” è il suo progetto solista più conosciuto. “Blixa Bargeld esplora i confini del linguaggio e della musica. Il pubblico assiste alla metamorfosi di frasi, parole e sillabe in architettura acustica, sfere di risonanza e mostruosità cacofoniche.” (tratto dal sito).
L’attrezzatura utilizzata è ridotta alla sua sola voce, qualche microfono, e pedaliere per l’effetto loop. Monologhi ironici, urla soffocate e ritmi incalzanti di parole creano improvvisazioni sonore inaspettate. Uno spettacolo imperdibile.
Lo spettacolo è stato ospitato da Interzona a Verona, al Link di Bologna e al festival “Assalti al cuore” di Ravenna.
The execution of precious memories” ricordi preziosi vengono di volta in volta raccolti a livello locale nel paese dove ha luogo la performace e trasformati, attraverso un processo poetico, in una performance per il palcoscenico. Questo singolare progetto, difficile da vedere, è concepito a livello mondiale. Prima esecuzione nel 1994 a Berlino.
Ultimo progetto musicale: ANBB con Alva Noto di cui abbiamo parlato il mese scorso.

 

Alexander Hacke Einstürzende Neubauten

Alexander Hacke
http://www.hacke.org/ il divertente sito tutto da sfogliare.
Faccia da biker navigato è il bassista e chitarrista degli EN.
Ha collaborato in numerosi progetti fra cui Crime and the City Solution, Gry, FM Einheit e accompagnato in tour la nostra Gianna Nannini (!)
Frontman della cover-country-music-band Jever Mountain Boys.
Scrive la colonna sonora per diversi film fra cui i film di Fatih Akın e interpreta “Crossing the Bridge – Music of Istanbul”
I suoi album solisti:
1982 Hiroshima dai suoni squisitamente vintage, un documento più che un album apprezzabile.
1992 Filmarbeiten
2005 Sanctuaryparticolarmente interessante, ricco di sperimentazioni, esplorazioni e rivisitazioni R&R. Registrato tra l’Europa e il Nord America con l’ausilio di un registratore portatile. Gianna Nannini ricambia la collaborazione cantando nella bellissima “Per sempre Butterfly”. Altre collaborazioni eccellenti di questo disco sono: il nostro sempre amato J.G. Thirlwell (Foetus-Steroid Maximum-Manorexia) e Nils Wohlrabe (dei The Leather Nun gruppo biker-rock svedese) “con i suoi accecanti feedbacks di chitarra” come dichiara lo stesso Hacke.
Insieme alla sua attuale moglie, l’artista Danielle Piciotto (fondatrice, insieme a Dr Motte, del primo “Love Parade” di Berlino) costruisce i progetti “Mountain of Madness” (con i Tiger Lillies) ispirato all’opera di H. P. Lovecraft, “The Ship of Fools” basato su uno scritto medievale tedesco di Sebastian Brandt e “The History of Electricity” uno show elettro/acustico in 9 capitoli. Tre ambiziosi show che uniscono teatro multimediale, musica sperimentale, cabaret, cupi brani musicali e le animazioni di Danielle.
Gossip: Alexander Hacke è stato il compagno di Christiane F., l’eroinomane più famosa del mondo per il suo romanzo autobiografico “Wir Kinder vom Bahnhof Zoo”. Insieme si esibivano con la loro band Sentimentale Jugend e parteciparono al film cult Decoder.

 

FM Einheit Einstürzende Neubauten

FM Einheit
http://www.fmeinheit.org/ sito carino anche se un po’incasinato.
Fondatore degli EN abbandona la band nel 1995 dopo l’album “Tabula Rasa” durante la lavorazione di “Ende Neu”. Sua l’anima più industrial che, con le sue performance distruttive, rese celebre il gruppo. Entrato come percussionista fu determinante per lo sviluppo del sound della band tedesca. Martelli pneumatici, lastre di metallo su cui accanirsi, bidoni pieni d’acqua, plastica, vetro, tubi e travi di metallo, fiamme ossidriche sono gli strumenti musicali di FM come il violino lo fu per Paganini.
Anche se non si contano le numerose collaborazioni FM, non è mai emerso un suo progetto veramente importante. Solo Gry, con la cantante Gry Bagøien, ha avuto quel minimo di continuità da poter riscuotere una certa popolarità anche grazie a brani elettro-indie più melodici.
Colpa dell’animo inquieto e radicale di questo artista poco incline ai compromessi.
Se vi capitasse di incrociare una sua performance, quindi, non perdetevela assolutamente!

 

N. U.  Unruh Einstürzende Neubauten

N. U. Unruh
A lui il compito di sostituire FM nel lato dodecafonicoindustriale degli EN.
Inventore di folli strumenti musicali (fra cui la spirale di rottami da suonare con la pistola ad aria compressa che fa da copertina a “Perpetuum Mobile”)
Nel 2000 realizza il suo unico album solista “Euphorie im Zeitalter der digitalen Informationsübertragung”

Jochen Arbeit Einstürzende Neubauten

Jochen Arbeit

Meno famosi, ma non meno importanti, i bravi Rudi Moser (batteria) e Jochen Arbeit (chitarre) ex componenti dei Die Haut. Mitico gruppo i cui sono passati anche Mick Harvey, Nick Cave e Thomas Wydler.
Entrambi hanno pubblicato recentemente il loro primo album solista: Rudi Moser “Moser” e Jochen Arbeit “Arbeit”. Anche se sembra una presa in giro i due album rappresentano l’interessante e personale ricerca musicale di due eclettici musicisti.

Rudi Moser Einstürzende Neubauten

Rudi Moser

Jochen si esibirà a Bologna domenica con il suo nuovo progetto solista “Soundscapes”. Altre sperimentazioni si possono vedere e sentire sul suo Myspace:
http://www.myspace.com/jochenarbeit

BERLINO a BOLOGNA (padri e figli della rivoluzione industriale)

> EINSTURZENDE NEUBAUTEN

Einstürzende Neubauten - Kollaps - Die Zeichnungen Des Patienten O.T. - Halber Mensch  - Fünf Auf Der Nach Oben Offenen Richterskala - Haus Der Lüge - Tabula Rasa - Ende Neu - Silence Is Sexy - Perpetuum Mobile - Alles Wieder Offen - The Jewels

Einstürzende Neubauten Cover

Nell’arco di una settimana si esibiscono a Bologna due band che, intorno alla fine degli anni 70, ridefinirono i canoni della musica. A loro si attribuisce la nascita del genere “Industrial”: Gli Einstürzende Neubauten e i Throbbing Gristle Gli Einstürzende Neubauten è una delle band più significative e innovative dagli anni 80 a oggi. Dai violenti esordi industrial, la loro musica è diventata più melodica e accessibile, ma non certo scontata, se mai più formale e intellettuale. Visionari, teatrali, espressionisti e dadaisti ogni loro nuovo lavoro è fresco e geniale, tanto da essere da trent’anni motivo di ispirazione per tanti musicisti e artisti. Festeggieranno il loro 30° anniversario con concerti e performance il 13 e 14 novembre all’Estragon. http://www.estragon.it/ 13 novembre: > concerto “tradizionale” degli EN 14 novembre: > mostra fotografica, video-film, installazioni, documenti inediti sulla scena berlinese degli anni 80, a seguire ci sarà una breve performance degli Einstürzende Neubauten in cui verranno eseguiti brani inediti, riarrangiati o non eseguiti da molti anni. > solo performances di ‘SOUNDSCAPES‘ eseguita da Jochen Arbeit con gli ospiti Fabrizio Palumbo Modenese, Paul Beauchamp e Giulia Kent, > solo performances di ‘BEATING THE DRUM‘ eseguita da N.U. Unruh

> THROBBING GRISTLE

throbbing gristle - The Second Annual Report - D.o.A: The Third and Final Report  - 20 Jazz Funk Greats - Greatest Hits - In the Shadow of the Sun - Journey Through a Body - CD1 - The First Annual Report - TG Now - The Taste of TG - Mutant Throbbing Gristle - Part Two

Throbbing Gristle cover

Siamo interessati più all’informazione che alla musica in quanto tale e crediamo che il solo campo di battaglia…sia l’informazione.”

 These people are the wreckers of civilisation – queste persone sono i sabotatori della civiltà“, Nicholas Fairbairn membro del Parlamento inglese.

Londra, 1975. Genesis P-Orridge (Neil Andrew Megson) e Cosey Fanny Tutti (Christine Carol Newby), chiudono il loro progetto artistico Coum Transmission per dar vita a un nuovo collettivo destinato a influenzare l’intera cultura moderna. La coppia di performer abbandona le gallerie d’arte in cui metteva in scena disgustosi happening e, insieme a Peter Christopherson e Chris Carter, inizia a esplorare la scena musicale. Nascono così i Throbbing Gristle (che in slang significa erezione istantanea).
Throbbing Gristle è il mezzo per uscire da un’élite artistica ed entrare nella cultura pop rivolgendosi a un pubblico ampio a digiuno d’arte. Insieme al musicista americano Monte Cazzaza i Throbbing Gristle definiscono un nuovo immaginario: l’ Industrial.
Il termine Industrial (coniato da Monte Cazzaza) si contrappone a tutto quello che la musica proponeva e rappresentava: dalle radici del blues e del rock (riconducibili alla schiavitù dei neri), all’industria discografica (che sforna dischi come fossero automobili), alle fabbriche del XX secolo (con i loro rumori e le loro immagini ancora inesplorate). Decadenza urbana, stridii di treni, rumori di seghe elettriche, suoni ossessivi, immagini di fabbriche iniziano ad assumere fascino e un nuovo significato.
Inizialmente Throbbing Gristle proponevano show rumorosi intenzionati a scioccare il pubblico, naturale conseguenza dell’attitudine artistica performativa, ma in breve tempo la musica e gli obiettivi del gruppo londinese si evolsero. Sempre con l’aiuto di Monte Cazazza vennero definite strategie di marketing autoprodotte che escludevano le case discografiche, ritenute inutili (cosa, per l’epoca, rivoluzionaria). I concerti acquisirono i toni di una propaganda contro ogni forma di controllo sociale e di manipolazione dei media (concetti che vennero assimilati anche da William Burrroughs, amico e principale fonte di ispirazione di Genesis). La musica era un mezzo di conoscenza e di provocazione. Il travestitismo di Genesis e la passione per le uniformi di Peter “Sleazy” Christopherson li portarono a esibirsi e farsi fotografare in divise naziste, spiazzando il pubblico ad ogni loro apparizione. Per il singolo “Discipline” i Throbbing Gristle si fecero ritrarre in posa di fronte al all’ex ministero della propaganda nazista, mentre nella copertina di “20 Jazz Funk Greats” (l’album che contiene “Discipline“) appaiono ben vestiti in un campo fiorito come un rassicurante gruppo folk.
I testi delle canzoni, se così si possono definire, hanno tematiche nichiliste: omicidi, serial killer, malattie veneree…e spesso vengono scritti utilizzando la tecnica del cut-up.
Sleazy inventa nuovi strumenti musicali, mentre Chris e Cosey si specializzano nell’uso dei sintetizzatori migliorando l’aspetto sonoro del gruppo. La ricerca musicale sarà perfezionata con l’avvento dei Psychic TV.
Nel 1981 i Throbbing Gristle si sciolgono. Cosey Fanny Tutti e Chris Carter formarono Chris and Cosey (attualmente Carter Tutti) mentre Genesis e Peter “Sleazy” Christopherson diedero vita al progetto video musicale Psychic TV.

Si esibiscono per il festival Genderbender all’Arena del Sole martedì 2 novembre. http://www.genderbender.it/ita/home.asp

ANBB – Mimikry

ANBB - Alva Noto e Blixa BargeldANBB è la più geniale collaborazione di questo anno ormai giunto al termine. ANBB non è altro che l’acronimo di Alva Noto e Blixa Bargeld: due fra i più importanti musicisti in piena attività creativa.
“MIMIKRY” (questo il titolo dell’album) è l’incontro fra le performance vocali di Blixa e il minimalismo elettronico di Noto. Il risultato è esplosivo: Blixa smembra frasi e parole fino a dissolverne il significato e ottenere puro suono. Alva Noto sa soppesare ogni singolo suono mai una nota di troppo mai un suono di meno. Rumori di fax, modem, ascensori diventano la base ritmica delle sue composizioni. Quindi ci sembra doveroso segnalare questo gioiellino proprio alla vigilia del concerto di compleanno degli Einstürzende Neubauten: 2 giorni di musica, video proiezioni e performance che si terranno all’Estragon di Bologna sabato 13 e domenica 14 novembre.

AN e BBhanno sviluppato un concetto musicale basato sulla combinazione di improvvisazione e di astrazione. La performance live impulsiva di Blixa Bargeld e i paesaggi sonori dalle elaborate strutture beat di Alva Noto si fondono per un risultato sorprendente e inaspettato.” Come riporta il loro ottimo sito:

http://www.raster-noton.net/anbb/

Molto bella la sezione “lyrics” in cui vengono riportati i testi e le annotazioni sonore dei brani.

Ret Marut Handshake” è un capolavoro a sé. Blixa campiona e moltiplica con parsimonia la sua voce fra suoni di vinili inceppati e metronomi elettrici.
Fall” passa dalle esasperanti alte frequenze vocali di BB a inaspettate melanconiche melodie.
Once Again” è più simile a una canzone degli EN, come “One” ricorda l’atmosfera decadente “The Garden”.
Bernsteinzimmer” è una composizione di violini, bassi, rumori.
Katze” chiude in bellezza con miagolii e sussurri.

Ovviamente imperdibili i concerti/performance in cui ammirare gli sforzi vocali di Blixa e gli impeccabili arrangiamenti di Alva Noto.
Passati questa primavera da Firenze per il Festival Nextech e a Rivoli questo settembre, ci auguriamo ripropongano presto il loro sodalizio.


Blixa Bargeld
nel 1980 ha formato il gruppo Einstürzende Neubauten come cantante. 1984-2003 è stato chitarrista di Nick Cave & The Bad Seeds. Lavora come compositore, autore, attore, cantante, musicista, performer e docente in quasi ogni campo dell’arte interpretativa.

http://www.blixa-bargeld.com/

Alva Noto Ha creato installazioni sonore e si è esibito al Guggenheim di New York City, al San Francisco Museum of Modern Art, al MoMA, alla Tate Modern, alla Biennale di Venezia. ha collaborato con artisti del calibro di Ryuichi Sakamoto, Blixa Bargeld, Ryoji Ikeda, Mika Vainio, Michael Nyman e Knak Thomas. Bellissimo il suo sito:

http://www.alvanoto.com/